Sospesa

Sono un paio di giorni che mi sento come l’elefante che si dondola sulla ragnatela. Sarà che ho consegnato un lavoro che mi ha tolto il sonno per mesi. Sarà che i primi caldi mi mettono sempre un po’ ko. Sarà che ho bisogno di una vacanza. Saranno forse tutte queste cose insieme, ma il risultato è che mi sento … Continua a leggere

Il rovescio della medaglia

Sarà perché ora una persona in più sa di noi, sarà perché questa persona non mi chiederà più dell'altro, ma mi sento sempre più legata a lui. E' un chiodo fisso, un'immagine sempre presente, un desiderio continuo di averlo accanto.E' un'inquietudine sottile, che in ogni momento in cui la consapevolezza del bene che gli voglio diventa più nitida, mi si affianca e non mi … Continua a leggere

E come l’anno scorso…

Fa freddo, fuori, ed è buio. L'aria sibila tagliente e affilata sul viso mentre cammino veloce verso casa. Il tragitto è sempre lo stesso, incontro le stesse persone negli stessi cappotti stretti in vita. Passo ancora davanti a quell'agenzia tutta bianca e illuminata e con le pareti di vetro e la tv che mostra sfacciata a tutti una spiaggia assolata. … Continua a leggere

Le onde sono femmine

Ieri arrabbiata, e non ricordo perché -nel dubbio però evito accuratamente di rileggere gli ultimi post.Oggi languidamente e sottilmente nostalgica, da una parte. Propositiva e frizzante e festaiola, dall'altra. Sono in balia di ormoni e sentimenti contrastanti e paure malcelate e finte resistenze. E sono felice per il ritorno -anche se è solo una brevissima parentesi- di un'amica di vecchia … Continua a leggere

Mexico

La macchina rossa è diventata per me l’emblema della libertà. I colori e la luce della Baja California, però, lo sono dell’idea che ho sempre avuto di vacanza. Sole, caldo, mare scintillante, nonostante fosse il sei gennaio e il tavolo del Sea Tacos ospitasse una stella di Natale e dei fili argentei che stonavano con la mia maglietta senza maniche. … Continua a leggere

Monument Valley

Stamattina ho fissa in mente una foto: ha un taglio verticale che evidenzia lo sfondo, fatto di pinnacoli di rocce rosse che si stagliano contro un bel cielo azzurro pieno di luce. In primo piano, la strada polverosa, rossa anch’essa, la “nostra” macchina presa a noleggio, ancora rossa, ma di un rosso smaccatamente laccato e finto rispetto a ciò che … Continua a leggere

Esercizio di stile

Mi hanno chiesto di raccontare il mio primo bacio: un perfetto esercizio di stile che ben si lega a San Valentino in arrivo. Peccato che io di primi baci da raccontare non ne abbia uno, ma due, e che meglio di me ne abbia già raccontato il significato Carmen Consoli, che in entrambe le occasioni ha fatto da colonna sonora. … Continua a leggere

Tra il dire e il fare…

Niente revival, si era detto. Nessuna nuova cotta, mi ero ripetuta mille volte venerdì, dopo averlo rivisto. E allora perché ho passato buona parte del weekend a rileggere le nostre chat, e perché da stamattina non faccio che controllare il “nostro” messenger ogni quarto d’ora nella speranza di vederlo comparire online?